Bankitalia: debito pubblico vola su un nuovo record di 2.281 miliardi

(Teleborsa) – A giugno il debito delle amministrazioni pubbliche segna un nuovo record e arriva 2.281,4 miliardi, in aumento di 2,2 miliardi rispetto al mese scorso in cui aveva toccato il precedente record.

Secondo l’ultimo bollettino di “Finanza Pubblica Fabbisogno e Debito” pubblicato dalla Banca d’Italia, il debito ha raggiunto un nuovo picco, soprattutto a causa dell’aumento del fabbisogno mensile della Pubbliche Amministrazioni (8,4 miliardi) in parte compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro (per 6,3 miliardi a 52,6 mld; erano pari a 92,5 miliardi alla fine di giugno 2016).

Il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 4 miliardi, quello delle Amministrazioni locali e diminuito di 1,9 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è rimasto pressoché stabile.

A giugno le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 31,6 miliardi (inferiori di 13,5 miliardi a quelle rilevate nello stesso mese del 2016). Nei primi sei mesi dell’anno però risultano in calo del 5,8% a 186 miliardi. Il peggioramento è principalmente imputabile allo slittamento delle scadenze per il versamento di alcune imposte.
 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bankitalia: debito pubblico vola su un nuovo record di 2.281 mili...