Bankitalia, debito pubblico stabile a novembre

(Teleborsa) – Nessun cambiamento significativo per il debito pubblico italiano.

Secondo gli ultimi dati di Bankitalia a novembre il debito delle amministrazioni pubbliche è rimasto sostanzialmente invariato rispetto al mese precedente a 2.211,9 miliardi di euro.

Il fabbisogno complessivo del mese (7,8 miliardi), è stato pressoché compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro (7,3 miliardi; 74,4 miliardi a novembre del 2015; 66,2 nel corrispondente periodo del 2014).

Complessivamente gli effetti dell’emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e del deprezzamento dell’euro hanno diminuito il debito per 0,5 miliardi.

Con riferimento ai sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è diminuito di 0,6 miliardi; il debito delle Amministrazioni locali è aumentato di 0,6 miliardi.

Nei primi undici mesi dell’anno, il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 76 miliardi. L’incremento riflette il fabbisogno cumulato, pari a 53,1 miliardi, e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (28,1 miliardi); l’effetto complessivo dell’emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e del deprezzamento dell’euro ha ridotto il debito per 5,2 miliardi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bankitalia, debito pubblico stabile a novembre