Bankitalia, debito pubblico aumenta a 2.578,9 miliardi euro

(Teleborsa) – Il debito pubblico è aumentato ancora, raggiungendo 2.578,9 miliardi di euro, in aumento di 18,3 miliardi rispetto al mese precedente.

Lo rivela la Banca d’Italia nell’ultimo supplemento “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”, indicando che l’aumento “riflette, oltre al fabbisogno del mese (1,6 miliardi), l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (+16,8 miliardi, gli scarti e i premi all’emissione e al rimborso, mentre la rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e la variazione del tasso di cambio hanno nel complesso ridotto il debito di 0,1 miliardi”.

In particolare, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 19,1 miliardi, mentre quello delle Amministrazioni locali si è ridotto ancora di 0,8 miliardi. Il debito degli Enti di previdenza è sostanzialmente invariato.

Le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato, ad agosto, sono salite del 7,9% a 44,7 miliardi (+3,3 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2019. Il gettito – spiega l’Istituto di Via Nazionale – ha beneficiato dei versamenti in autotassazione dei contribuenti soggetti agli Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa), che nel 2019 avevano avuto luogo nei mesi successivi”.

Nei primi otto mesi del 2020 le entrate tributarie sono calate del 6,8% a 258,4 miliardi (-18,8 miliardi) rispetto al corrispondente periodo del 2019.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bankitalia, debito pubblico aumenta a 2.578,9 miliardi euro