Bankitalia, debito pubblico ancora in aumento sfiora i 2.280 miliardi

(Teleborsa) – Debito pubblico ancora in aumento a gennaio a 2.279,9 miliardi, con una crescita di 23,8 miliardi rispetto al precedente. E’ quanto stimato da Bankitalia, che ha pubblicato oggi il supplemento mensile “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”. 

L’aumento del debito da imputare alla crescita delle disponibilità liquide del Tesoro che passano da 29,3 a 54,5 miliardi, solo in parte compensato dall’avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche per 1,2 miliardi e dall’effetto combinato degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del cambio dell’euro (per complessivi 0,2 miliardi).

In particolare, il debito delle Amministrazioni centrali è cresciuto di 23,3 miliardi e quello delle Amministrazioni locali di 0,5 miliardi, mentre il debito degli Enti di previdenza risulta sostanzialmente invariato.

Semrpe a gennaio, le entrate tributarie sono state pari a 33,7 miliardi, in calo di 1,6 miliardi rispetto a quelle contabilizzate nello stesso mese del 2017, ma frutto di alcune “disomogeneità contabili”. Al netto di queste infatti “si può stimare che le entrate tributarie siano state sostanzialmente in linea con lo scorso anno”.

Bankitalia, debito pubblico ancora in aumento sfiora i 2.280 mili...