Bankitalia costituisce un portafoglio in renminbi per investire in titoli di Stato cinesi

(Teleborsa) – La Banca d’Italia, nell’ambito della gestione delle proprie riserve valutarie, ha deciso di costituire un portafoglio in renminbi (la valuta avente corso legale nella Repubblica Popolare Cinese), i cui investimenti riguarderanno principalmente titoli di Stato cinesi.

Questa modalità diretta di investimento, spiega in una nota Bankitalia, si aggiunge a quella avviata negli anni recenti con la sottoscrizione di un fondo specializzato in renminbi gestito dalla Banca dei regolamenti internazionali.

La decisione è stata presa nell’ambito dell’aggiornamento annuale delle strategie di investimento delle riserve gestite dalla Banca e riflette l’accresciuto ruolo del renminbi come valuta internazionale, testimoniato anche dal suo inserimento nel paniere delle valute di riserva del Fondo Monetario Internazionale nel 2016, e l’importanza della Cina quale partner commerciale del nostro Paese.

L’iniziativa risponde a obiettivi di diversificazione delle riserve valutarie della Banca d’Italia ed e’ in linea con analoghe decisioni adottate di recente dalla Bce e da altre banche centrali dell’area dell’euro. Le transazioni saranno intermediate dalla Banca centrale della Repubblica Popolare Cinese, con la quale è stato concluso un apposito accordo, in qualitàdi agente della Banca d’Italia sui mercati cinesi.

Bankitalia costituisce un portafoglio in renminbi per investire in tit...