Bankitalia chiede soluzione rapida a crisi banche venete. UE: “si lavora a soluzione”

(Teleborsa) – Per le banche venete, Bankitalia chiede una soluzione “in tempi molto brevi” che “salvaguardi i risparmiatori e garantisca continuità” ai rapporti creditizi che interessano numerosissime imprese piccole e medie.

A chiederlo è il vicedirettore generale della Banca d’Italia Fabio Panetta al convegno su Basilea 3 e Unione Bancaria dell’ABI riconoscendo l’impegno “massimo” delle autorità italiane. 

“Le difficoltà che hanno preceduto l’accordo sulla ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi, il lungo e tormentato confronto relativo alla Banca Popolare di Vicenza e a Veneto Banca non dipendono da vincoli finanziari – ha precisato – le risorse stanziate dal Governo sono di gran lunga superiori a quelle necessarie per il risanamento di questi intermediari. Esse dipendono da ostacoli di natura normativa, che possono e devono essere superati”.

Immediata la risposta della Commissione europea: il portavoce Ricardo Cardoso, ha ribadito che si lavora “fianco a fianco” con le autorità italiane ad una soluzione che non abbia impatti sulle obbligazioni privilegiate e sui depositi.

Il dossier sulle banche venete sarà in primo piano anche alla question time che si svolge oggi alla Camera a partire dalle 15. Il Ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, risponderà alle interrogazioni sulle iniziative per la ricapitalizzazione di Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, al fine di evitare l’applicazione della procedura di bail-in.

Bankitalia chiede soluzione rapida a crisi banche venete. UE: “si lavora a soluzione”
Bankitalia chiede soluzione rapida a crisi banche venete. UE: “s...