Bank of Japan, membri Board discutono la possibilità di una exit strategy

(Teleborsa) – La Bank of Japan potrebbe presto alzare i tassi o ritirare gradualmente gli acquisti di asset (ETF), stando ad un andamento dell’economia migliore delle attese. E’ quanto emerge da un rapporto della BoJ, che contiene un sommario delle opinioni espresse dai membri del comitato di politica monetaria durante l’ultima riunione del 20-21 dicembre 2017.

Il contesto economico è infatti caratterizzato dalla forza della spesa dei consumatori, da un recupero dell’inflazione, da un tasso di disoccupazione ai minimi e dalla forte crescita dei profitti delle imprese che ha fatto impennare anche il mercato azionario. Un quadro confermato dieci giorni fa anche dal Premier Shinzo Abe che ha rivisto al rialzo le stime di crescita del Giappone. 

Così, sebbene il Board abbia deciso di mantenere ancora una politica accomodante, alcuni membri del comitato di politica monetaria hanno espresso qualche opinione a favore di un progressivo ritiro degli stimoli. Uno dei membri ha affermato che la banca centrale “dovrebbe considerare la necessità di un graduale aggiustamento dei tassi” in caso vengano confermati i segnali di ripresa dell’economia. Un altro membro invece ha detto che la banca dovrebbe valutare l’ammontare degli acquisti di ETF “da ogni angolazione” per confermare o meno l’opportunità di mantenerli agli attuali livelli. 

Questo è solo un estratto dei verbali dell’ultima riunione, le Minutes complete saranno pubblicate il prossimo 26 gennaio 2018.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bank of Japan, membri Board discutono la possibilità di una exit stra...