Bank of Japan, crescono le tensioni all’interno del board, funzionari in disaccordo su nuovi stimoli

(Teleborsa) – Continua il pressing sulla banca centrale giapponese. Dai verbali dell’ultima riunione di politica monetaria, del 15 e 16 giugno, è emerso che i membri del board si sono scontrati sulla necessità o meno di intervenire con nuove misure di stimolo.

Uno dei nove componenti il board ha chiesto di ridurre il piano di acquisto di titoli di Stato giapponesi a “livelli più sostenibili”. Un altro membro, ha consigliato di acquistare asset in maniera “flessibile” mentre un altro funzionario ha suggerito che il modo più rapido per uscire dal contesto di tassi bassi, è superare la deflazione prima possibile e tornare a ritmi sostenibili di crescita attraverso un “deciso allentamento monetario”. 

Nella riunione di luglio, la Bank of Japan (BoJ) ha lasciato invariato il piano di riacquisto bond a 80 mila miliardi di yen.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bank of Japan, crescono le tensioni all’interno del board, funzi...