Bank of Japan, alza le stime di crescita ma l’obiettivo inflazione è ancora lontano

(Teleborsa) – La Bank of Japan (BoJ), nella sua prima riunione di politica monetaria del 2020, ha deciso come da attese di lasciare invariata la propria politica monetaria. L’istituto centrale guidato da Haruhiko Kuroda si attende che lo stimolo del governo aiuti l’economia a crescere ad un ritmo più veloce di quanto finora previsto.

Il comitato della BoJ ha lasciato il target del tasso di interesse a breve termine al -0,1%, così come ha confermato attorno allo zero l’obiettivo dei tassi dei titoli di stato giapponesi a 10 anni.

Quanto alla forward guidance sul costo del denaro, la Bank of Japan ha fatto sapere che manterrà i tassi ai valori attuali o più bassi, fino a quando sarà necessario, per salvaguardare l’economia dai rischi che impediscono all’inflazione del Paese di centrare il target prefissato (2%).

La banca ha inoltre rivisto al rialzo le stime sul PIL: per l’anno fiscale 2019-2020 l’economia è attesa in espansione al +0,8% dal +0,6% di ottobre; per il periodo 2020-2021 è prevista al +0,8% dal +0,7% precedente.

Tagliate invece le stime sull’inflazione. L’outlook sui prezzi al consumo per l’anno fiscale 2019-2020 è di un incremento dello 0,6%, meno del +0,7% atteso in precedenza. Per l’anno seguente sono state alzate all’1% rispetto al +1,1% previsto prima. Riviste al ribasso, invece nuovamente, per l’anno fiscale 2021-22 a +1,4% da +1,5%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bank of Japan, alza le stime di crescita ma l’obiettivo inflazi...