Bank of America annuncia conti oltre le attese

Piacciono i conti di Bank of America, che ha annunciato un ritorno dell’utile e superato le attese del mercato, grazie al venir meno di alcune poste negative legate ad oneri per spese legali. Già la trimestrale di luglio segnalava questa differenza degli oneri legali.

Nel terzo trimestre, l’utile è risultato di 4,51 miliardi di dollari, pari a 37 cent ad azione, e si confronta con un rosso di 232 milioni, o 4 cent ad azione, dello stesso periodo del 2014, che scontava 16,6 miliardi di sanzioni con il Dipartimento di giustizia americano. Le attese degli analisti indicavano un EPS più basso di 33 cent.

Una grande vittoria per il numero uno del gruppo Brian Moynihan che ha traghettato il colosso finanziario in una delle stagioni più difficili della sua storia e che ora si pregia di questi risultati. La strategia futura – ha detto – punterà ad un progressivo aumento della profittabilità, a dispetto dei risicati margini garantiti dai bassi tassi di interesse. 
  
I ricavi sono calati a 20,68 miliardi dai 21,21 miliardi dello scorso anno, ma il dato rettificato degli interessi passivi risulta pari a 20,91 miliardi e supera le attese di 20,77 miliardi. I ricavi da trading sono calati del 3,8% a 3,16 miliardi a causa dei margini modesti offerti dai tassi di interesse.

Bank of America annuncia conti oltre le attese