Banco Popolare e BPM crollano dopo i conti

(Teleborsa) – Giornata decisamente negativa per il settore bancario italiano che si adegua al sentiment dei mercati depressi per la vittoria di Donald Trump che ha conquistato la Casa Bianca.  

A Piazza Affari, scivolano tutti i maggiori titoli del comparto. A cominciare da MPS che mostra un ribasso del 6,68% mentre Morelli, numero uno della banca senese, continua la caccia agli investitori.

A seguire con cali del 5,27% il Banco Popolare  che ieri ha presentato conti in perdita.  

Dalla parte dei ribassi anche BPM (-4,96%)che ha archiviato i primi nove mesi del 2016 con un utile netto in calo.

Banco Popolare e BPM crollano dopo i conti