Banco Desio, proposta la conversione delle azioni di risparmio

(Teleborsa) – Il consiglio di amministrazione di Banco di Desio e della Brianza ha deliberato di sottoporre all’assemblea degli azionisti la proposta di conversione obbligatoria delle azioni risparmio in azioni ordinarie della società, con contestuale eliminazione del valore nominale delle azioni e connesse modifiche statutarie. Il CdA ha quindi deliberato di convocare l’assemblea straordinaria degli azionisti per il giorno 4 ottobre 2021, in prima convocazione e, occorrendo, per il giorno 5 ottobre 2021, in seconda convocazione.

La proposta di conversione, che non contempla alcun conguaglio in denaro, prevede un rapporto di conversione pari a: 0,88 azioni ordinarie per ciascuna azione di risparmio in ipotesi di preventiva distribuzione dei dividendi 2019 (per la parte non distribuita) e dei dividendi 2020; 0,90 azioni ordinarie per ciascuna azione di risparmio in ipotesi di mancata preventiva distribuzione dei dividendi 2019 (per la parte non distribuita) e dei dividendi 2020.

La banca segnala che l’azionista di controllo Brianza Unione di Luigi Gavazzi e Stefano Lado S.A.p.A. (titolare di una partecipazione
rappresentativa del 50,44% delle azioni ordinarie e del 44,69% delle azioni di risparmio) ha comunicato che intende votare nelle a favore della proposta di conversione e intende procedere all’acquisto sul mercato di un numero di azioni ordinarie e/o di risparmio Banco Desio per un ammontare massimo tale da mantenere invariata la propria partecipazione di controllo di diritto anche per effetto della diluzione derivante dall’operazione di Conversione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banco Desio, proposta la conversione delle azioni di risparmio