Banco BPM, patto fondazioni sale al 6,2%, soci privati scendono al 4,7%

(Teleborsa) – Banco BPM ha comunicato modifiche alle quote di capitale possedute dai due patti di consultazione tra i soci. L’accordo tra le fondazioni ed enti ha incrementato la partecipazione al 6,17% dalla precedente quota del 5,498%. In particolare sono entrati nel patto Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi con lo 0,101%, Fondazione Cassa di Risparmio di Reggio Emilia Pietro Manodori con lo 0,0293% e Inarcassa (la Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti Liberi Professionisti) con il 0,54%. I due partecipanti al patto con le quote maggiori sono Fondazione ENPAM (1,95%) e Fondazione CRT (1,78%).

L’accordo di consultazione tra alcuni soci privati ha invece limato la propria quota sul capitale dal 6,683% al 4,694%. In particolare, G.G.G. S.p.A. (che fa capo all’imprenditore Giorgio Girondi) ha ora il 2,99%, Calzedonia Holding S.p.A. l’1,154%, Sandro Veronesi lo 0,028%, e Dario Tommasi (il quale ha aderito anche per conto di Sergio Tommasi, Franco Tommasi ed Ezio Tommasi) lo 0,0522%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banco BPM, patto fondazioni sale al 6,2%, soci privati scendono al 4,7...