Banco BPM, Castagna: “Molto disponibili a nuove fusioni ma in tempi meno rapidi”

(Teleborsa) – Banco BPM è “molto disponibile” a fare nuove fusioni. Lo ha confermato l’Amministratore delegato Giuseppe Castagna, in occasione di un evento di Rcs Academy.

Facendo i complimenti al collega Bertoluzzi, Ad di Nexi, che ha recentemente rilevato SIA Nets, Castagna ha affermato che una nuova fusione per il Banco BPM avrebbe “tempi meno rapidi, veloci e chiari di quelli di Nexi” ed ha ricordato che l’unione Banco Popolare BPM ha impegnato 4 anni. “C’è un problema di sovrastruttura regolatoria che rende le cose più difficili nel nostro settore”, ha sottolineato il manager.

Castagna ha anche dato qualche indicazione positiva circa l’andamento dell’attività bancaria, indicando che “la flessione che abbiamo avuto da marzo a maggio è l’unica flessione che abbiamo registrato nell’anno” e che “ottobre e novembre che sono stati i mesi un po’ chiave della seconda ondata abbiamo continuato a lavorare come se fossero mesi normali“.

L’Ad di Banco BPM ha poi ricordato che occorrerà fare una “verifica delle ferite che lascerà questa crisi” in termini di NPL che erediteremo, che è un tema sicuramente “da affrontare”.

Oggi in Borsa, il titolo Banco BPM è sotto pressione, in lina con la performance del comparto bancario, ed evidenzia una perdita del 2,35%. Le implicazioni tecniche di breve periodo suggeriscono un sobrio uptrend con prima area di resistenza individuata in area 1,86 Euro e supporto visto a quota 1,813. Tale tendenza positiva introduce dunque una possibile ulteriore ascesa al test 1,907.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banco BPM, Castagna: “Molto disponibili a nuove fusioni ma in te...