Banche venete, Viola aggiorna su stato liquidazione e conferma nodo incagli

(Teleborsa) – Nuovi aggiornamenti sullo stato delle banche venete in liquidazione arrivano dall’audizione del commissario straordinario Fabrizio Viola alla Commissione bicamerale d’inchiesta guidata da Pier Ferdinando Casini. 

Viola ha fatto un bilancio della situazione delle due banche, Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, segnalando che l’Istituto Vicentino ha già liquidato titoli azionari quotati per 110 milioni ed è alle fasi finali per la cessione di Farbanca. Quanto a Veneto banca, i commissari si apprestano ora a cedere anche le partecipazioni in Claris Leasing e Claris Factor dopo quella di BIM. 

Secondo il banchiere “il portafoglio di attivi finanziari e di partecipazioni di Vicenza è migliore di quello di Veneto Banca”, ma la situazione resta preoccupante perché le due banche hanno ancora 8 miliardi di crediti incagliati. “Non sono ancora in sofferenza ma in deterioramento. Possiamo immaginare quali siano le conseguenze se divenissero in sofferenza”, ha detto Viola non dissimulando una certa preoccupazione.

Il commissario ha ricordato che l’ingresso del fondo Atlante “ha limitato i danni” del fallimento delle banche venete., aggiungendo “il Governo ha fatto tutto quello che mi aspettavo facesse”. 

Frattanto, il presidente della commissione Casini ha detto che l’elenco dei debitori delle banche venete resta secretato. perfché “sono atti riservati”.

Banche venete, Viola aggiorna su stato liquidazione e conferma nodo incagli
Banche venete, Viola aggiorna su stato liquidazione e conferma nodo&nb...