Banche Venete, Vestager assicura: “Non abbiamo aggirato le regole UE”

(Teleborsa) – La decisione sul salvataggio delle banche venete “non ha aggirato le regole”, e la Commissione UE è autorizzata dal legislatore a “usare le misure per rendere il sistema stabile e servire il resto dell’economia”. Parola di Margrethe Vestager. Il Commissario UE alla concorrenza lo ha detto a Bruxelles, rispondendo alle domande dei giornalisti durante una conferenza stampa dedicata al caso Google.L’Antitrust UE ha inflitto una multa record di 2,4 miliardi di euro al colosso del web per violazioni delle pratiche commerciali.

Durante la conferenza stampa non poteva mancare una domanda sul salvataggio dei due istituti bancari. Vestager ha spiegato di non vedere “gli ultimi casi come una variazione sull’Unione bancaria in quanto tale, ma piuttosto come la dimostrazione che ci si trova nella fase in cui si definiscono i vari del set di “sfumature” delle regole a disposizione.

Alla domanda se sia giusto parlare di salvataggio pubblico, il Commissario UE ha risposto: “Per le due banche venete c’è stato un aiuto (di Stato ndr) alla liquidazione: le banche e le loro filiali scompariranno o saranno completamente integrate in Intesa. Quanto al modo in cui le autorità italiane hanno gestito l’operazione – ha aggiunto la Vestager -, il vantaggio sta nel fatto che il personale delle due banche sarà per ora tutto trasferito” a Intesa che si è fatta avanti dettando le condizioni. “Ai clienti al dettaglio viene lasciata aperta una linea di credito che permetterà loro di continuare a svolgere le loro attività”, ha sottolineato i Margrethe Vestager.

Banche Venete, Vestager assicura: “Non abbiamo aggirato le regol...