Banche venete, Padoan ribadisce no al bail in. Intervento banche solo volontario

(Teleborsa) – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan conferma l’evoluzione positiva dei negoziati con l’UE per la questione delle banche venete, Veneto banca e BPVi, che non faccia ricorso alla normativa del bail-in  e non comporti perdite per obbligazionisti privilegiati e depositanti.
 
Lo ha ribadito nel corso della “question time” alla Camera su interrogazione del Pd, dopo che Bankitalia stamattina ha sollecitato il governo a fare presto. 

A proposito delle domande rivolte dai deputati dem, il numero uno di via XX Settembre ha precisato che “non vi sono spazi di discrezionalità per procedere a una ricapitalizzazione di Stato” senza il parere favorevole della Commissione europea. Un eventuale acquisto non autorizzato da Bruxelles – ha aggiunto – “sarebbe illegale e accrescerebbe l’instabilità”.

Quanto all’ipotesi di una ricapitalizzazione a carico delle grandi banche, Padoan ha chiarito che questo tipo di salvataggio potrebbe avvenire solo su base volontaria e che “non è e non può essere un’iniziativa pubblica”.

Banche venete, Padoan ribadisce no al bail in. Intervento banche solo&...