Banche: sofferenze in calo a giugno, crescono i prestiti e la raccolta

(Teleborsa) – Si allargano ancora le maglie del credito, sia nei confronti delle imprese che delle famiglie. Nel mese di giugno i finanziamenti alle aziende hanno registrato un incremento su base annua dello 0,6% dopo il +0,8% di maggio. I prestiti alle famiglie sono cresciuti, invece, dell’1,4% dal +1,5% precedente.

In calo i tassi d’interesse sui finanziamenti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, pari al 2,55% contro il 2,61% di maggio; quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo si portano all’8,35% dall’8,37%.

Buone nuove anche dalle sofferenze bancarie, che secondo Bankitalia tornano a scendere dopo tre mesi consecutivi di rialzo attestandosi a 197,9 miliardi (200 mld nel mese precedente). Il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze, tenendo conto delle discontinuità statistiche, ma senza correggere per le cartolarizzazioni e le altre cessioni, è stato pari all’1,1% dal 3,2% di maggio (12,5% da 13,6% tenendo conto di cartolarizzazioni e altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci delle banche).

Migliora la raccolta delle banche. Il tasso di crescita dei depositi del settore privato è stato pari al 3,4% (+3,2% a maggio) mentre la raccolta obbligazionaria, incluse le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è scesa dell’11,8% su base annua (-14,7% nel mese precedente).

Banche: sofferenze in calo a giugno, crescono i prestiti e la rac...