Banche, Padoan smentisce rischi sistemici

(Teleborsa) – Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan cerca di rassicurare sulla portata delle sofferenze bancarie ed esclude che vi sia il rischio di bail-in per le banche italiane.

Ricordando che le situazioni più critiche sono state già risolte facendo ricorso a meccanismi di mercato e di autosalvataggio, il titolare dell’economia, in una intervista a Rai News 24 ha parlato della procedura di salvataggio conosciuta come Bail-in, affermando “escludo che al momento sia necessario”, ha detto ai microfoni di Rai News 24.

Padoan ha anche parlato del nodo sofferenze bancarie, affermando che i numeri che circolano non sono corretti e quantificando l’ammontare dei creduti deteriorati (NPL) delle banche italiane attorno agli 80 miliardi di euro. il Ministro ha ammesso che esistono “casi particolari” che richiederanno “aggiustamenti”, ma in generale le cifre e gli allarmismi che circolano sul livelli dei crediti deteriorati “sono ampiamente esagerati”.

Poi, a margine del vertice del G20 in Cina, Padoan ha ricordato che il governo italiano ha già in parte posto un rimedio alle difficoltà delle banche con una serie di misure.”Con la commissione europea – ha detto  – abbiamo da tempo dialogo molto costruttivo riguardo alla definizione pratica dei gradi di flessibilità che, all’interno della normativa sul bail-in, si possono ottenere. Quindi siamo confidenti”. 

A dispetto di queste dichiarazioni, Banca MPS oggi in Borsa sta perdendo oltre il 7%, in attesa degli stress test sulle banche europee, che saranno pubblicati venerdì prossimo. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banche, Padoan smentisce rischi sistemici