Banche, nel 2017 meno rapine e più sicurezza

(Teleborsa) – Meno rapine in banca nel 2017. Si riducono di un terzo, per essere precisi del 32,8% passando dalle 360 del 2016 alle 242 del 2017. La diminuzione conferma il trend positivo già registrato negli ultimi anni: dal 2007 ad oggi, infatti, gli attacchi sono crollati del 92%, passando da 2.972 ai 242 del 2017).

Questi i principali risultati dell’indagine condotta da Ossif, il Centro di ricerca ABI in materia di sicurezza, di cui si è parlato al convegno Banche e Sicurezza 2018, la due giorni che fa il punto sulle nuove strategie e sulle misure più innovative per prevenire le rapine allo sportello.

Le banche italiane investono ogni anno circa 636 milioni di euro per rendere le proprie filiali ancora più protette e sicure.

Nessun colpo in banca in Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta. Rapine in calo in Calabria (-57,1% , da
7 a 3), Campania (-32,3%, da 31 a 21), Emilia Romagna (-41,5%, da 41 a 24), Lazio (-11,4%, da 35 a 31), Liguria (-40%, da 10 a 6), Lombardia (-45,8%, da 59 a 32), Marche (-25 %, da 8 a 6), Molise (-66,7%, da 3 a 1), Piemonte (-36,4%, da 33 a 21), Sicilia (-73,1%, da 52 a 14), Toscana (-29%, da 31 a 22), Umbria (-40%, da 5 a 3) e Veneto (-55%, da 20 a 9). Invariate in Abruzzo (6 rapine). Aumentano invece le rapine in Basilicata (con 2 rapine da 1), Puglia (con 40 rapine da 18) e Sardegna (con 1 rapina da 0).

Banche, nel 2017 meno rapine e più sicurezza