Banche, in ripresa il mercato dei mutui

(Teleborsa) – Il mese di marzo, conferma la ripresa del mercato dei mutui, inizialmente colta con l’impennata dei nuovi prestiti. Lo rileva il consueto rapporto mensile dell’ABI, da cui emerge che l’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie registra una
variazione positiva di +2,5% rispetto a marzo 2016 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento).

Quanto ai tassi di interesse applicati sui prestiti alla clientela si collocano, su livelli molto bassi: il tasso medio sul totale dei prestiti è pari al 2,82%, minimo storico (2,83% il mese precedente e 6,18% prima della crisi, a fine 2007). 

Il report dell’ABI fotografa anche la situazione delle sofferenze nette, cioè al netto delle svalutazioni già effettuate dalle banche con proprie risorse): a marzo si posizionano a 77,2 miliardi di euro (valore prossimo al dato del mese precedente e più basso da
maggio 2014), in forte diminuzione rispetto al dato di dicembre 2016 (86,8 miliardi). In particolare, rispetto al picco di 89 miliardi toccato a novembre 2015 si registra una riduzione delle sofferenze nette di oltre il 13%.

Sostanzialmente stabile la dinamica della raccolta bancaria complessiva (depositi da clientela residente + obbligazioni), che ha registrato ad aprile 2017 una marginale flessione su base annua (-0,2%, da -0,04% il mese precedente). Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi la raccolta da clientela e’ cresciuta da 1.549 a quasi 1.725 miliardi di euro, segnando un aumento, in valore assoluto, di 175,8 miliardi.

Banche, in ripresa il mercato dei mutui