Banche, Consiglio di Stato: legittima la riforma delle popolari

(Teleborsa) – Il Consiglio di Stato ha confermato la legittimità della riforma delle banche popolari. La VI sezione, con sentenza depositata in data odierna, ha in parte dichiarato improcedibili e in parte rigettato i motivi di ricorso diretti a contestare la legittimità della riforma del 2015, che impone alle banche popolari con attivo superiore a 8 miliardi di trasformarsi in società per azioni.

L’unica popolare che non si è ancora trasformata in Spa è la Banca Popolare di Sondrio, mentre Banca Popolare di Bari ha approvato la trasformazione a fine giugno 2020 nell’ambito del piano di salvataggio targato che l’ha fatta confluire nel Mediocredito Centrale.

Intanto è moderatamente al rialzo la prestazione di Banca Popolare di Sondrio, una delle banche coinvolte nel procedimento, che scambia in lieve aumento dello 0,35%. A livello operativo si prevede un proseguimento della seduta all’insegna del toro con resistenza vista a quota 4,074 e successiva a 4,134. Supporto a 4,014.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banche, Consiglio di Stato: legittima la riforma delle popolari