Banche, Comitato di Basilea amplia flessibilità delle norme

(Teleborsa) – Regole più flessibili per le banche in modo da alleviare l’impatto dell’emergenza coronavirus sugli istituti di credito e l’economia. È quanto ha stabilito il Comitato di Basilea che, oltre alle decisioni prese qualche giorno fa, ha confermato la sospensione del computo dei giorni di mancato pagamento per i prestiti oggetto di moratoria e lo slittamento della revisione di alcune norme quadro per le banche globali “sistemiche” e sui derivati.

La scelta, spiega il Comitato, arriva a sostegno delle “straordinarie misure di supporto per alleviare l’impatto dell’emergenza” Covid-19 decise dai Governi, a partire dai programmi di garanzie per i prestiti bancari.

In aggiunta in alcuni casi le banche (come in Italia ndr) hanno introdotto delle moratorie sui pagamenti, misure che puntano ad assicurare agli istituti la prosecuzione dei finanziamenti a famiglie e imprese e ridurre l’impatto sull’economia.

Il Comitato ha così pubblicato dei chiarimenti tecnici affinché le banche possano traslare tali misure nel calcolo dei requisiti di capitale. Il capitale, ribadisce il Comitato, dovrà essere usato per assorbire le perdite e supportare l’economia reale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banche, Comitato di Basilea amplia flessibilità delle norme