Banche centrali pronte a una pioggia di denaro per curare i mercati

(Teleborsa) – Le banche centrali si preparano a curare la Brexit, come ribadito più volte nell’ultimo periodo, prima del referendum che ha sancito l’uscita della Gran Bretagna dall’UE. 

La giornata si è aperta con la conferma del pieno sostegno della Bank of England, che ha promesso di fare “tutti i passi necessari” per limitare le ripercussioni negative, lavorando in collaborazione con il Tesoro e le altre banche centrali. 

Poi, la BCE ha confermato che metterà a disposizione dei mercati liquidità aggiuntiva in euro e valuta estera in caso di necessità. Una precisazione che è arrivata in risposta al tracollo dei mercati.  “La Bce – dice una nota –  sta monitorando con estrema attenzione i mercati finanziari, a stretto contatto con le altre banche centrali”.

Nei giorni scorsi, il numero uno della BCE Mario Draghi e la Chairwoman della Fed Janet Yellen avevano assicurato un sostegno all’ipotesi di abbandono della Gran Bretagna, la prima mediante il mantenimento di una politica accomodante, il secondo assicurando tutti gli strumenti per affrontare l’emergenza.

Anche la Bank of Japan si era detta “molto preoccupata” ed aveva aveva promesso che sarebbe intervenuta tempestivamente in caso di necessità. 

Ad essere preoccupate non sono solo le banche centrali dei Paesi sviluppati, inclusa quella svizzera, ma anche le autorità monetaria dei Paesi Emergenti. La banca centrale cinese oggi si è detta “pronta garantire liquidità supplementare” per mantenere “stabile” la dinamica dello yuan.

Banche centrali pronte a una pioggia di denaro per curare i merca...