Banca Profilo, CdA approva piano industriale al 2023

(Teleborsa) – Il CdA di Banca Profilo ha approvato il nuovo piano industriale 2020-23 che – spiega l’istituto – si inserisce in un contesto di mercato e socioeconomico caratterizzato dall’attuale crisi da Covid-19, diversa da altre crisi economiche o finanziarie di impronta ciclica, che comporta approcci non tradizionali finalizzati al superamento della situazione.

Le masse totali dell’Area Private, inclusa la fiduciaria netta, sono attese a 6,1 miliardi di euro con un CAGR del 4,2%, per ricavi netti in crescita a 30,9 milioni di euro (CAGR 4,6%), tenuto conto del calo previsto nel 2020. Il CAGR atteso 2021-2023 risulta essere di 8% e 12% rispettivamente, considerando le misure per aumentare la redditività previste a partire dal 2021.

I ricavi netti dell’Area Investment Banking sono attesi a 4,4 milioni di euro per un CAGR del 11,3%, in crescita significativa considerando, oltre alle attività di Capital market e M&A, il contributo della crescita degli impieghi e delle sinergie con le altre aree.

I ricavi netti dell’area Finanza sono stimati superiori ai 30 milioni nel 2023, tramite il consolidamento di quanto fatto in questi anni e mantenendo il bilanciamento tra le diverse componenti dei ricavi, sia in termini di attività sia di asset class.

A livello consolidato, gli obiettivi del Piano sono i seguenti: Masse complessive pari a 10,1 miliardi di euro al 2023, di cui 6,7 miliardi in Italia; Ricavi 2023 pari a 85 milioni di euro, risultato operativo superiore a 20 milioni di euro (cost income del 76%) ed utile netto superiore a 13 milioni di euro; CET 1 capital ratio superiore al 18% nei tre anni con un dividend payout superiore al 70%.

Scenario best case: ricavi a 90 milioni e cost income del 73%
Scenario worst case: ricavi a 81 milioni e cost income al 78%

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banca Profilo, CdA approva piano industriale al 2023