Banca Popolare Sondrio guarda a nuove opportunità

(Teleborsa) – “Il delinearsi, anche nell’anno in esame, di risultati solidi, sopra le aspettative, a comprova della sostenibilità della nostra strategia, ha fornito e fornisce possibilità e forza nell’esplorare nuovi ambiti, senza pressioni e in logica opportunistica“.

Così i vertici della Banca Popolare di Sondrio, nella consueta lettera di inizio anno, inviata ai propri Soci, attualmente oltre 175.000, e agli “Amici” che citano “il pendente innanzi alla Corte Costituzionale giudizio sulla costituzionalità della cosiddetta Riforma delle
Banche Popolari, sollevato dal Consiglio di Stato” la cui decisione “è attesa nei prossimi mesi”. 

“La Popolare – ricordano il consigliere delegato e dg Mario Alberto Pedranzini e il presidente Francesco Venosta – lo scorso settembre ha perfezionato l’acquisto della Banca della Nuova Terra (BNT), mentre a fine ottobre è stata sottoscritta una lettera d’intenti con Fondazione Cassa di Risparmio di Cento (azionista di controllo della Cassa con partecipazione pari al 67% del capitale) per approfondirne la possibile acquisizione, potenzialmente fi no al 100% del suo capitale sociale”.

“L’iniziativa, subordinata al positivo esito delle attività di verifica e di due diligence in corso – spiegano – rappresenta un’opportunità di crescita attraverso l’attivazione di sinergie di ricavi addizionali e benefici sul fronte dei servizi”.  

I vertici evidenziano inoltre che “il cosiddetto NPL ratio è in via di miglioramento, pure per effetto dell’azione di sistemazione di singole partite” e concludono assicurando di lavorare con “oculata intensità, allo scopo, sia di migliorare ulteriormente la redditività e la
qualità del credito, peraltro già buone, sia, conseguentemente, di conseguire appaganti risultanze”.

Banca Popolare Sondrio guarda a nuove opportunità