Banca Popolare Emilia Romagna, utile in calo ma forte solidità patrimoniale

(Teleborsa) – Banca popolare dell’Emilia Romagna chiude un primo semestre negativo in termini di risultati, ma vanta una grande solidità patrimoniale, un indubbio vantaggio in un periodo in cui questo indicatore ha una grande rilevanza. Il mercato infatti premia il titolo con un rialzo del 10,4% in Borsa questa mattina.

L’Istituto di credito romagnolo ha chiuso il primo semestre con un utile netto in calo a 64,7 milioni, dai 73,2 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. Un risultato che sconta un contesto di mercato e di tassi particolarmente negativo, ma anche il contributo al fondo europeo per la stabilità.

La banca però vanta ora uno dei più elevati livelli di solidità patrimoniale in Italia ed Europa, con un CET1 ratio phased-in pari al 14,49%, ben oltre i minimi.

“L’eccedenza di capitale rispetto al requisito minimo indicato dalla Bce (‘Srep’ al 9,25%) è estremamente elevata, pari a 524 punti base, e ci permette di guardare al futuro con assoluta serenità e da una posizione di forza ancora maggiore”, commenta il CEO Alessandro Vandelli.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banca Popolare Emilia Romagna, utile in calo ma forte solidità p...