Banca intermobiliare amplia il rosso nel 2015

(Teleborsa) – Risultato negativo per Banca Intermobiliare  che al 31.12.2015 ha registrato un risultato consolidato negativo di 19,9 milioni di euro ampliando il rosso di 9,7 milioni di euro registrato nello stesso periodo del 2014. Il risultato si legge in una nota è stato “fortemente condizionato da significative rettifiche di valore che hanno inciso sul risultato complessivamente per 67,6 milioni di Euro, di cui principalmente 53,1 milioni di Euro per rettifiche di valore sui crediti e 6,8 Milioni di Euro per impairment su immobili derivanti da operazioni di recupero crediti.

Il risultato della gestione operativa si attesta a 33,3 milioni di euro in riduzione (28% a/a), sia per la contrazione del margine di intermediazione (-5,7% a/a), che ha risentito della contrazione dei ricavi dell’operatività finanziaria seppur in presenza di commissioni nette in aumento dell’8,1% a/a, sia per l’incremento dei costi operativi (+6% a/a), anche per effetto dei contributi ai fondi di risoluzione del sistema bancario sostenuti negli ultimi mesi del 2015.

La raccolta complessiva della clientela, pari a 12 miliardi di euro, risulta in lieve diminuzione (-2,2% rispetto al 31.12.2014); gli impieghi vivi, pari a 0,8 miliardi di euro, registrano una contrazione (-23,3% rispetto al 31.12.2014). 

Il Consiglio di Amministrazione  ha cooptato, Pierluigi Bolla ad Amministratore non esecutivo.  Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di attribuire al dott. Pierluigi Bolla la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione.
All’atto della nomina il dott. Pierluigi Bolla ha dichiarato di non possedere azioni di Banca Intermobiliare.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banca intermobiliare amplia il rosso nel 2015