Banca Ifis chiude con successo cartolarizzazione del valore di 1,15 miliardi

(Teleborsa) – Banca Ifis ha concluso il collocamento di una cartolarizzazione del valore di 1,15 miliardi di euro basata su crediti factoring di proprietà dell’Istituto. Si tratta di un’operazione di revolving di una precedente emissione, la cui scadenza è stata prolungata da ottobre 2021 a luglio 2024.

La nuova cartolarizzazione ha visto un miglioramento delle condizioni economiche e un allargamento della platea degli investitori, che è passata da quattro istituti a sei. Le banche, che sono intervenute anche in qualità di co-arranger della ristrutturazione, sono Intesa Sanpaolo – Divisione Imi Corporate & Investment Banking, Unicredit, BnpParibas e Santander, divisione Corporate and Investment Banking (già sottoscrittori della precedente operazione), a cui si sono aggiunte Crédit Agricole Cib e Societe Generale.

Dall’operazione Banca Ifis si attende un rafforzamento del business del factoring e della sua capacità di rifinanziarsi autonomamente, che sarà favorita anche dall’allargamento dei sottoscrittori. Forte l’interesse del mercato per il deal testimoniato da una richiesta potenzialmente doppia.

La Banca, già nel 2003, è stata pioniera in Italia con un’operazione di cartolarizzazione di crediti factoring. Recentemente l’Istituto ha concluso, in qualità di originator, la prima cartolarizzazione di Npl assistiti da ordinanze di assegnazione, la cartolarizzazione da 540 milioni per Farbanca dove era originator e co-arranger e quella per Borsadelcredito.it dove è stata co-arranger e investitrice.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banca Ifis chiude con successo cartolarizzazione del valore di 1,15 mi...