Banca Generali chiude 2020 in forte crescita e annuncia dividendo di 3,3 euro

(Teleborsa) – Banca Generali ha chiuso l’esercizio 2020 con risultati in forte crescita grazie al buon andamento di tutte le divisioni di business. L’utile netto si è portato a 274,9 milioni (+1%), pur scontando componenti non ricorrenti di natura non-operativa, legate ad accantonamenti e rettifiche di valore per 42,8 milioni.

L’analisi dei profitti nella componente ricorrente (158,8 milioni, +6,9%) conferma la solidità della crescita, alimentata soprattutto dall’espansione delle masse (74,5 miliardi, +8%) e dalla pronta “risposta” alle nuove esigenze di consulenza della clientela dopo lo scoppio della pandemia che hanno fatto lievitare le masse in consulenza evoluta a 5,9 miliardi (27%).

Il margine di intermediazione è aumentato a 617,6 milioni (+6,9%) ) grazie all’incremento del margine finanziario (109,6 milioni, +24,3%) e delle commissioni ricorrenti (366,3 milioni, +7%), mentre il margine d’interesse si è portato a 89,6 milioni (+21,1%).

Anche il quarto trimestre si è rivelato molto positivo con un utile netto pari a 79,1 milioni (+4%). UN risultato che rappresenta uno dei migliori trimestri nella storia della banca.

L’Amministratore Delegato Gian Maria Mossa ha parlato di un “risultato molto solido“, “il migliore nella storia della banca”, sottolineando che “in un anno così complesso caratterizzato dall’emergenza sanitaria e dalla crisi economica siamo stati in grado di stare ancor più vicini ai clienti e proteggere al meglio i patrimoni come si evince dai picchi di masse, flussi di raccolta e risparmi sotto advisory evoluta”.

Banca Generali, allineandosi alle raccomandazioni della BCE, ha annunciato che non pagherà la seconda tranche del dividendo 2019, pari a 0,30 euro per azione, ma conferma la politica di dividendi delineata dal piano ed annuncia che sottoporrà all’assemblea la nuova proposta di distribuire dividendi cash per 385,6 milioni, pari a 3,30 euro per azione. Un dividendo che – sottolinea l’Ad – conferma “un modello di business basato su crescita sostenibile e creazione di valore per i nostri azionisti” e corrisponde ad un pay-out del 70,5% calcolato sugli utili cumulati consolidati degli esercizi 2019 e 2020, che tiene conto dell’annullo delle due tranche di dividendi deliberati a valere sull’esercizio 2019 per un importo di 216,2 milioni di euro. La distribuzione, se approvata dall’Assemblea, avverrà in due tranche: 2,70 euro nella finestra temporale dal 15 ottobre al 31 dicembre 2021e 0,60 euro nella finestra temporale dal 15 gennaio al 31 marzo 2022.

I ratio patrimoniali consolidati di fine periodo sono stati calcolati al netto della proposta di distribuire 3,30 per azione (al lordo delle ritenute di legge) e si attestano al 17,1% a livello di CET1 e al 18,4% a livello di Total Capital Ratio, dunque su livelli ampiamente superiori ai requisiti richiesti dalle autorità bancarie.

“Banca Generali si affaccia al 2021 forte di masse sui massimi e flussi di raccolta costantemente robusti nonostante la persistente volatilità sui mercati”, sottolinea una nota, indicando che la banca “si presenta nell’ultimo anno del proprio piano triennale con la forza e la consapevolezza di avere alla propria portata il raggiungimento di tutti i target più importanti presentati”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Banca Generali chiude 2020 in forte crescita e annuncia dividendo di 3...