Banca Finnat aggiorna piano strategico e punta su aumento private bankers

(Teleborsa) – Il CdA di banca Finnat ha approvato il Piano Industriale 2018–2020, che prevede una crescita delle masse totali da 15,7 miliardi ad 17,9 miliardi al 2020, principalmente grazie allo sviluppo delle masse mobiliari attese a 10 miliardi nel 2020 da 8,2 miliardi a fine 2017. Questo poggia anche su un aumento nel numero dei Private Bankers da 43 a 67.

Atteso anche un  margine di intermediazione ad 71 milioni nel 2020 ed un utile netto pari a 6 milioni, il mantenimento di una elevata solidità patrimoniale, accompagnata da un profilo di rischio che rimane sostanzialmente invariato, con un Cet 1 ratio
superiore al 30% al termine del periodo di piano. Dividendo annuale in misura pari a 0,01 euro ad azione.

Il “path” di crescita poggia innanzi tutto sul Private Banking, attraverso un incremento delle masse e lo sviluppo della raccolta gestita attraverso l’inserimento di nuovi private bankers.

Per quanto riguarda gli altri servizi rivolti a clientela corporate e istituzionale si prevede lo sviluppo dei servizi per emittenti quotandi e quotati (PMI e società dell’AIM) e dell’attività di consulenza corporate, oltre che delle attività della Man.Co lussemburghese. Sono possibili anche partnership con gestori terzi per l’offerta di servizi amministrativi e di intermediazione ed il consolidamento della base clienti e delle relazioni istituzionali.

Si prevede, inoltre, di consolidare la posizione di leadership della società di gestione immobiliare InvestiRE SGR.

Banca Finnat aggiorna piano strategico e punta su aumento private ...