Banca Farmafactoring, utile in crescita del 32% nel 2017

(Teleborsa) – L’utile netto contabile di BFF Banking Group (Banca Farmafactoring) del 2017 è pari a 95,5 milioni di euro, in crescita del 32% rispetto ai 72,1 mln del 2016, che comprendevano per 7 mesi Magellan nel perimetro di consolidamento. Al netto delle voci straordinarie, l’utile è pari a 83,7 mln, rispetto all’utile netto rettificato di 87,3 mln del 2016 (includendo Magellan per 12 mesi).

I dividendi proposti per il 2017 sono pari a 83,7 mln (rispetto ai 72,1 mln del 2016), equivalenti a un payout ratio sull’utile netto Rettificato del 100% e a 0,492 euro per azione ordinaria. Il dividend yield implicito basato sul prezzo delle azioni ordinarie al 08.02.2018 è pari al 8,6%.

A fine dicembre 2017, il Total Capital ratio è pari a 17,5%, al di sopra del target di Gruppo del 15% e, alla stessa data, il CET1 ratio è pari a 12,6%, confermando la solidità patrimoniale del Gruppo.

Il Gruppo gode di un profilo di rischio basso: le sofferenze nette rappresentano lo 0,6% dei crediti verso la clientela, e il costo del rischio è di 20 punti base (14 punti base escludendo 6 punti base relativi al business in run-off del factoring verso le PMI di Magellan). Nel 2016, il costo del rischio era di 10 punti base (includendo Magellan per 12 mesi).

Positivo il titolo Banca Farmafactoring a Piazza Affari: +1,48%.

Banca Farmafactoring, utile in crescita del 32% nel 2017