Banca Carige, titoli ancora sotto pressione nonostante la cura in exstremis dei soci

(Teleborsa) – Banca Carige non riesce a fare prezzo, neanche dopo il tentativo di rientro in negoziazione avvenuto attorno alle ore 11, come disposto stamattina da Borsa Italiana, dopo lo stop imposto dalla Consob nei giorni scorsi.

Il titolo ordinario Canca Carige non ha fatto prezzo e resta sospeso per eccesso di ribasso, con un teorico pari a -34%, mentre le azioni di risparmio, dopo aver fatto un prezzo di 68,2 euro, sono state sospese per eccesso di ribasso ed evidenziano un calo teorico del 14,42%. 

Questa mattina, la società che gestisce gli scambi a Piazza Affari aveva disposto il rientro in negoziazione dei titoli sospesi, dopo che Malacalza Investimenti ed altri azionisti core avevano detto si alla costituzione del consorzio di garanzia per l’aumento di captale da 500 milioni. Decisione che aveva sbloccato l’impasse della cassa genovese, ma che non sembra convincere il mercato, stando alla performance borsistica.

Frattanto, il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha offerto un sostegno alla banca, affermando “credo che il cammino intrapreso sia nella direzione giusta”. 

“Ritengo che il punto critico si sia superato”, ha aggiunto il politico, mettendo l’accento sulle priorità – “oggi c’è da concludere l’aumento di capitale” – ed auspicando che “la banca torni ad essere competitiva”.

Banca Carige, titoli ancora sotto pressione nonostante la cura in exstremis dei soci
Banca Carige, titoli ancora sotto pressione nonostante la cura in exst...