Banca Carige, l’assemblea approva bilancio e azione responsabilità ex vertici

(Teleborsa) – L’assemblea di Banca Carige ha approvato il bilancio consolidato 2016, che si è chiuso con un rosso di pertinenza della capogruppo di 291,7 milioni di euro.

Durante la riunione assembleare, il presidente Giuseppe Tesauro ha tenuto a sottolineare che la perdita accusata è da riferire in gran parte a rettifiche per crediti pregressi e che la banca guarda al futuro con ottimismo, sforzandosi sdi realizzare risultarti positivi. “La gestione corrente – ha affermato – va valutata con attenzione e deve essere valutata anche depurandola dagli esiti del passato”.

L’Ad Guido Bastianini ha invece ipotizzato che “occorre un aumento di capitale fino a 450 milioni di euro”, che “non sarebbe un capitale destinato a coprire un buco di bilancio, ma a gestire nella maniera migliore per tutti la tematica dei crediti in sofferenza”. 

I soci hanno anche dato il via libera all’azione di responsabilità contro gli ex vertici della banca genovese, ovvero Piero Luigi Montani e Cesare Castelbarco e contro Amissima, controllata dal fondo Apollo. La delibera, con la quale si chiede un risarcimento del danno di 1,25 miliardi di euro, è stata approvata con il 76% di voti favorevoli, il 23,4% di astenuti e lo 0,11% di contrari. 

L’Assemblea ha confermato la nomina a Consigliere di Amministrazione di Giuseppe Pericu e di Massimo Pezzolo, già cooptati dal Consiglio di Amministrazione. 

Banca Carige, l’assemblea approva bilancio e azione responsabili...