Banca Carige in esclusiva con Chenavari IM per cessione di Creditis Servizi Finanziari

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige ha conferito all’Amministratore Delegato Paolo Fiorentino delega per la selezione della controparte per la cessione di Creditis Servizi Finanziari e per la sottoscrizione dei relativi contratti.

Lo si legge in una nota dell’Istituto ligure trasmessa ieri, 4 dicembre, in tarda serata, nella quale si aggiunge che alla luce delle determinazioni assunte, Banca Carige è entrata in esclusiva con Chenavari Investment Managers che ha presentato l’offerta più competitiva ai fini della valorizzazione della società di credito al consumo del Gruppo. La sottoscrizione dei relativi contratti è
prevista entro il 6 dicembre 2017.

Sempre ieri, nel contesto dell’aumento di capitale in opzione di Banca Carige, Chenavari Investment Managers ha sottoscritto un impegno di prima allocazione con Equita SIM per un importo massimo di 40 milioni di euro, subentrando all’impegno precedentemente sottoscritto da altro offerente nell’ambito del processo di asta competitiva su Creditis.

In tale contesto le banche del consorzio di garanzia, Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Deutsche Bank AG, London Branch e Barclays Bank PLC, confidenti nel buon esito dell’operazione di aumento di capitale, hanno confermato il proprio impegno a supportare Banca Carige nell’ambito del piano di rafforzamento patrimoniale, si legge ancora nella nota.

Nell’ambito del suddetto piano, il CdA ha inoltre deliberato, in via definitiva, la cessione a Credito Fondiario di un portafoglio di crediti in sofferenza del valore lordo di 1,2 miliardi  di euro e della piattaforma di servicing, sulla base di termini finanziari migliorativi rispetto a quelli previsti del piano industriale, conferendo all’Amministratore Delegato ogni potere per la
sottoscrizione dei relativi contratti prevista entro la giornata di domani.

Sempre ieri, Compania Financiera Lonestar che detiene una partecipazione del 6% circa della Banca, ha reso noto di aver aderito, pro quota, all’aumento di capitale in opzione, confermando inoltre il proprio impegno a salire fino al 9,9%.

Con riferimento alla tranche dell’aumento di capitale riservata ai portatori dei titoli subordinati oggetto di LME, Banca Carige fa sapere inoltre che Assicurazioni Generali, Intesa San Paolo Vita e UnipolSai Assicurazioni partecipano a tale tranche per un controvalore complessivo pari a circa 45 milioni di euro.

Banca Carige in esclusiva con Chenavari IM per cessione di Creditis Se...