Ballottaggi, Renzi: Sconfitta senza attenuanti. Dimettermi? Non ci penso

(Teleborsa) – “Ora vedremo che cosa sanno fare i grillini”. Così il premier Matteo Renzi ha commentato i risultati dei ballottaggi di ieri, che hanno visto stravincere il Movimento 5 Stelle e soccombere sia il Partito Democratico sia Forza Italia, ammettendo che per il Pd si è trattato di “una sconfitta senza attenuanti”.

“Non mi dimetto da niente”, ha precisato il presidente del Consiglio convinto che l’esito delle amministrative non abbia nulla a che vedere con quanto fatto sinora dal Governo o con la riforma costituzionale. “Lì abbiamo perso le elezioni nelle periferie non perché si sono espressi sul bicameralismo o sul sistema elettorale. Abbiamo perso perché quelle periferie erano piene di immondizia e problemi e perché la Capitale è stata governata male”, ha spiegato il premier aggiungendo che la vittoria di Virginia Raggi a Roma potrebbe rivelarsi un boomerang, visti i problemi della Capitale. 

“Mi sento di dire che questo è per Roma un momento storico”, ha commentato Virginia Raggi a caldo dichiarando di essere “pronta a governare”: “Lavoreremo per riportare legalità e trasparenze nelle istituzioni”.

Esulta a modo suo il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, affacciandosi alla finestra del suo quartier generale con in mano un appendino, per sottolineare la vittoria di Chiara Appendino a Torino.  “È solo l’inizio, ora tocca a noi”, ha dichiarato Beppe Grillo mentre Luigi Di Maio avverte: “Siamo pronti a governare”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ballottaggi, Renzi: Sconfitta senza attenuanti. Dimettermi? Non ci pen...