Ballottaggi, Renzi ammette la sconfitta. Cuperlo: nel PD,”serve un cambio di rotta”

(Teleborsa) – All’indomani dei ballotaggi, è l’ora di trarre le somme dal risultato elettorale. 

Dopo la bruciante sconfitta che ha visto stravincere il Movimento 5 Stelle e soccombere sia il Partito Democratico sia Forza Italia, il Premier Renzi lancia la sua sfida:”ora vedremo che cosa sanno fare i grillini”.

Anche se il PD ammette la sconfitta, Renzi precisa “non mi dimetto da niente” convinto com’è che l’esito delle amministrative non abbia nulla a che vedere con quanto fatto sinora dal Governo o con la riforma costituzionale.

Il Premier tuttavia non si sottrae alla sconfitta che reputa essere”senza attenuanti” a Roma e a Torino e alla “durezza” della perdita a Novara e a Trieste e per questo anticipa la direzione nazionale del PD, prevista per lunedì 27 giugno, a venerdì 24 giugno.

Intanto nel PD, c’è chi si interroga sulla linee da seguire e parla di cambio di rotta. “Penso serva una correzione seria della rotta che per me significa una svolta culturale, politica, dell’identità di un centrosinistra di governo”. E’ questo quello che scrive su Facebook, Gianni Cuperlo, presidente del Centro Studi PD e membro della Direzione Nazionale del partito. “Il risultato è frastagliato,ma la sconfitta è stata severa e merita risposte chiare”, conclude Cuperlo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ballottaggi, Renzi ammette la sconfitta. Cuperlo: nel PD,”serve ...