Azimut, utile record a 226 milioni di euro nel primo semestre

(Teleborsa) – Azimut ha registrato ricavi consolidati pari a 566,5 milioni di euro nel primo semestre, in crescita del 19% rispetto ai 476 milioni dello stesso periodo del 2020. Il reddito operativo consolidato è stato di 232,8 milioni di euro (+27% rispetto ai 183,2 milioni del primo semestre 2020). L’utile netto consolidato è stato pari a 226 milioni di euro, in crescita del 58% rispetto ai 143 milioni nei primi sei mesi del 2020 (il dato 2021 include l’effetto positivo di circa 30 milioni di euro a seguito dell’operazione di affrancamento dell’avviamento in Italia in base alla legge di Bilancio 2021 Art. I Comma 83).

“Il primo semestre di quest’anno segna un nuovo record, con risultati in crescita in Italia, all’estero e nei private markets rispetto al 2020, anno chiuso con l’utile migliore di sempre -ha commentato Gabriele Blei, AD di Azimut – In questi primi sei mesi abbiamo accelerato lo sviluppo in tutte le divisioni, come dimostra il dato di raccolta netta totale che raggiunge quasi 13 miliardi di euro (con le recenti acquisizioni) e che ci ha permesso di arrivare a circa 76 miliardi di euro di masse complessive, il livello più alto mai raggiunto dal Gruppo”.

“Questi risultati sono frutto di un lavoro di squadra, innovazione e capacità di portare avanti una strategia che fanno di Azimut una realtà indipendente e all’avanguardia – ha aggiunto Pietro Giuliani, presidente del Gruppo Azimut – Proprio per questo ci siamo posti una nuova sfida che ha come obiettivo quello di centrare un utile netto per il 2021 nella forchetta 350-500 milioni di euro (in condizioni di mercati normali), rispetto al precedente target di 350 milioni di euro”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Azimut, utile record a 226 milioni di euro nel primo semestre