Azimut, nei primi 11 mesi la raccolta supera i 6 mld

(Teleborsa) – Il Gruppo Azimut continua a collezionare successi. La società attiva nel risparmio gestito ha registrato nel mese di novembre 2015 una raccolta netta positiva per 730 milioni di euro, portando così la raccolta netta da inizio anno a superare 6 miliardi di euro.

Il dato di raccolta ha beneficiato del consolidamento di Wise Planners, la quint asocietà di consulenza finanziaria in Australia che entra a far parte di AZ NGA. Al netto del consolidamento delle masse amministrate da quest’ultima, il Gruppo Azimut ha conseguito nel mese di novembre una raccolta netta positiva per circa 470 milioni.

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine novembre a 36,8 miliardi di euro, di cui 30,9 miliardi
fanno riferimento alle masse gestite.

“Siamo molto soddisfatti di archiviare anche il mese di novembre con risultati di eccellenza che ci permettono di superare i 6 miliardi di euro di raccolta netta da inizio anno, a continua riprova che, in un momento di forte volatilità e incertezza sui mercati, i risparmiatori hanno trovato risposta alle loro necessità di consulenza e di rendimento, affidandosi ai Financial Partner e alle capacità di gestione del Gruppo – ha dichiarato Pietro Giuliani, Presidente e amministratore delegato del Gruppo. Nel contesto attuale la correlazione delle diverse asset class è sempre più forte, e solo attraverso una gestione attiva e dinamica è possibile mantenere sotto controllo il rischio e reagire prontamente ai cambiamenti di mercato. Prosegue inoltre la nostra strategia di espansione estera consolidando la nostra presenza anche in Paesi lontani dove continuiamo ad acquisire nuovi clienti e masse in gestione. Grazie alla crescita e ai professionisti di elevato profilo che scelgono di unirsi a noi, ci apprestiamo a chiudere l’anno con una raccolta record e guardiamo con ottimismo ai primi mesi del nuovo anno”.

In frazionale calo il titolo a Piazza Affari: -0,52%.

Azimut, nei primi 11 mesi la raccolta supera i 6 mld