Aziende, prestiti crollati di 45 miliardi in 12 mesi

(Teleborsa) – Prosegue senza sosta il credit crunch per le aziende italiane: i prestiti delle banche alle imprese, nel corso dell’ultimo anno, sono calati di oltre 45 miliardi di euro (-5,84%) nonostante l’aumento di 5 miliardi dei finanziamenti a medio termine. A pesare sul calo è la diminuzione di quasi 20 miliardi dei finanziamenti a breve e di 31 miliardi di quelli di lungo periodo. In aumento di 3,5 miliardi, invece, i prestiti alle famiglie, spinti dal credito al consumo (+7,2 miliardi) e dai mutui (+5,4 miliardi), comparti che hanno compensato il calo registrato sul fronte dei prestiti personali (-10,6 miliardi). 

Lo dicono i dati principali del rapporto mensile sul credito realizzato dal Centro studi di Unimpresa, secondo il quale negli ultimi 12 mesi, da marzo 2017 a marzo 2018, le rate non pagate (sofferenze) sono calate: nell’ultimo anno si è registrata una diminuzione di oltre 30 miliardi (-19,19%) da 202 miliardi a 163 miliardi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aziende, prestiti crollati di 45 miliardi in 12 mesi