Avvio in rosso per gli eurolistini. Draghi non basta a rassicurare i mercati

(Teleborsa) – Avvio dell’ultima giornata della settimana all’insegna della cautela per i mercati europei con la borsa di Milano si allinea alla prudenza mostrata dagli eurolistini. 

Non sembrano essere servite le rassicurazioni di Draghi a infondere fiducia agli investitori, dopo che il Presidente della BCE ha preso posizione nei confronti della Germania, da sempre contraria a prolungare gli stimoli per monetari nell’Eurozona e più in generale alle politiche espansive. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,02%. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.245,9 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dell’1,23%, a 43,71 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 122 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,45%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, contrazione moderata per Francoforte, che soffre un calo dello 0,48%, sottotono Londra che scende dello 0,57%, e dimessa Parigi, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Nessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 18.710 punti; sulla stessa linea, giornata senza infamia e senza lode del FTSE Italia All-Share, che rimane a 20.373 punti. 

Scivolano sul listino milanese tutti i settori. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori Automotive (-1,45%), Vendite al dettaglio (-1,04%) e Beni personali e casalinghi (-0,81%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, guadagno moderato per Banco Popolare, che avanza dello 0,81%.

Banca Popolare dell’Emilia Romagna svetta con incremento marginale dell’1,64%.

Positiva per Mediobanca, che sale dell’1,50%.

Le peggiori performance sono per Salvatore Ferragamo, che ottiene -2,56%.

Vendite su Fiat Chrysler Automobiles, che registra un ribasso dell’1,43%.

Seduta negativa per Ferrari, che chiude gli scambi con una perdita dell’1,30%.

Sotto pressione YOOX NET-A-PORTER, che accusa un calo dell’1,54%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Avvio in rosso per gli eurolistini. Draghi non basta a rassicurare i m...