Autostrade, scatta operazione trasparenza totale su gestione rete e viadotti

Chiunque cittadino, previo legittimo interesse, potrà accedere alla documentazioni tramite due sportelli

(Teleborsa) – Autostrade per l’Italia ha deciso di adottare un principio di “trasparenza totale” dei propri atti.

Ogni documento aziendale riguardante la gestione dell’infrastruttura di rete – inclusi quelli relativi alle attività di progettazione, manutenzione e monitoraggio – potrà essere consultato e consegnato ai cittadini che ne faranno richiesta.

Nei prossimi giorni la società attiverà due “sportelli”, uno digitale (sul sito http://www.autostrade.it) e uno fisico (presso la sede centrale di via Bergamini a Roma). Attraverso questa iniziativa chiunque abbia un legittimo interesse potrà presentare richiesta per consultare gli atti e ricevere così la documentazione di interesse, sulla base di una procedura di accesso che sarà concordata da ASPI con le associazioni dei consumatori.

Prosegue intanto la pubblicazione di dati e documentazione nell’area “Sicurezza Viadotti”, sezione presente sulla homepage del sito Autostrade. Oltre alle informazioni dettagliate sui viadotti Pecetti e Paolillo, rese note nella giornata di ieri, è stata resa nota stamane una mappatura degli interventi di manutenzione su ponti e viadotti.

In sintesi, attualmente sono in corso interventi di manutenzione su 73 viadotti. La mappatura evidenzia come siano 64 le opere che richiedono interventi entro 5 anni, 253 quelle che necessitano di interventi da eseguire a medio lungo-termine, 705 quelle su cui intervenire a lungo termine, e 848 quelle che non hanno bisogno di alcun intervento.

La Società ha inoltre fatto sapere che intende accelerare tutti i programmi di intervento.

Nei prossimi aggiornamenti dell’area, sarà pubblicata online anche la documentazione relativa alle barriere di sicurezza laterali (piano di controlli, la procedura di prova realizzata dal Politecnico di Bari e i risultati delle analisi certificate da professionisti del settore).

Nel frattempo continua a tenere banco la drammatica vicenda del crollo del Ponte Morandi. Due giorni fa, il 13 settembre, sono scattate le perquisizioni della Guardia di Finanza presso Autostrade e SPEA, due società del Gruppo Atlantia. L’operazione è scaturita da un’ordinanza firmata dal gip di Genova Angela Nutini, a seguito del fascicolo “parallelo” a quello sul crollo del ponte.

Durante il blitz c’è stata l’esecuzione di misure cautelari, sia arresti domiciliari sia misure interdittive.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autostrade, scatta operazione trasparenza totale su gestione rete e&nb...