Autostrade, CdA condivide piano Castellucci e iniziative per famiglie, viabilità e sicurezza

(Teleborsa) – Autostrade per l’Italia prende atto ed approva il piano da 500 milioni per il disastro di Genova, annunciato dall’AD della controllante Atlantia, Giovanni Catellucci, sabato pomeriggio, dopo i funerali delle vittime. Lo ha deciso il Consiglio di Amministrazione di Autostrade per l?Italia (Aspi), durato circa 4 ore, dopo aver osservato un minuto di silenzio ed espresso il proprio cordoglio alle famiglie delle vittime della tragedia.

“Ascoltati i responsabili tecnici in merito alle attività svolte dalla concessionaria relativamente all’opera e alle azioni messe in atto sin dai primi minuti, con i mezzi ed il personale disponibile” (150 uomini a supporto delle autorità locali, della protezione civile e dei vigili del fuoco) , il CdA  “ha condiviso la prima lista di iniziative, per una stima preliminare di 500 milioni di euro, finanziati con mezzi propri, già annunciata nel corso della conferenza stampa di sabato a Genova”.

In particolare, il Consiglio ha condiviso le iniziative a supporto delle famiglie colpite dalla tragedia, istituendo anche in fondo per soddisfare le prime esigenze, ed proposto al Comune di Genova l’istituzione di un Fondo sociale di alcuni milioni di euro – che sarebbe gestito dal Comune stesso – da destinare in aiuto alle famiglie delle vittime, indipendentemente da eventuali
indennizzi o risarcimenti futuri.

Inoltre, Autostrade per l’Italia sta proseguendo le attività di progettazione per la ricostruzione del ponte Morandi. Il progetto – per il quale sta coordinando a Genova un gruppo di imprese, esecutori e progettisti anche di livello internazionale – prevede la demolizione delle attuali strutture rimaste del ponte sul Polcevera e la ricostruzione del ponte in acciaio secondo le più moderne tecnologie ad oggi disponibili in un periodo stimato di 8 mesi, a decorrere dall’ottenimento delle necessarie autorizzazioni. 

Infine, la società ha studiato insieme al Comune di Genova e con la collaborazione tecnica di Sviluppo Genova, società partecipata dal Comune, interventi urgenti per il ripristino della viabilità e l’attivazione di viabilità alternative ed ha condiviso la proposta di sospensione al pagamento del pedaggio autostradale sulla rete genovese, con effetto retroattivo a partire dal 14 agosto e fino alla completa ricostruzione del ponte sul Polcevera.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autostrade, CdA condivide piano Castellucci e iniziative per famiglie,...