Autostrada A26 verso riapertura parziale alle 10:30

(Teleborsa) – Sarà riaperta parzialmente alle ore 10:30 l’autostrada A26, fra l’allacciamento con la A10 e lo svincolo di Masone, con transito consentito ad una corsia per ogni senso di marcia. Una soluzione che consentirà alla concessionaria autostradale ASPI di svolgere le verifiche tecniche sui viadotti Fado e Pecetti, dopo la chiusura cautelativa decisa dalla società che gestisce il tratto autostradale.

La decisione di riaprire parzialmente la A26 è nata dall’esigenza di porre rimedio all’isolamento in cui si era venuta a trovare la città di Genova, colpita nel weekend anche dal crollo di un viadotto sull’autostrada A6 gestita da SATAP. Decisione che risponde anche all’allarme lanciato dal Governatore della Regione Giovanni Toti: ggi la Liguria è totalmente isolata, e Genova è tornata a essere quello che era probabilmente prima degli anni ’30. Siamo alla paralisi, ogni minuto che quell’autostrada resterà chiusa c’è un danno incalcolabile e straordinario per la città, per la Regione e per il Nord Ovest: servono interventi stra-urgenti da parte del governo, come se fossimo in tempo di guerra”.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha convocato per stamattina, 26 novembre 2019, la concessionaria ASPI per “stabilire gli interventi urgenti per garantire la sicurezza e ripristinare la viabilità” su Genova. Il vertice è attualmente in corso e sono presenti, assieme al Ministro ed il suo staff, il responsabile del coordinamento viabilità ed operations di Autostrade per l’Italia Enrico Valeri e l’Ad e Roberto Tomasi. Da una nota sintetica del MIT già si apprende che la riapertura parziale dell’autostrada A26 è stata anticipata alle 10:30 (si parlava inizialmente di riapertura entro le 12).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autostrada A26 verso riapertura parziale alle 10:30