Autorità Portuali: M5S contro incarichi di nomina governativa in riforma Delrio

(Teleborsa) – M5S contro riforma Delrio per nomina vertici delle Autorità Portuali che saranno ridotte da 24 a 15. “La riforma dei porti targata Delrio non fa altro che accentrare le nomine dei “super presidenti” delle Autorità di Sistema Portuale nelle mani del ministro dei Trasporti con la scusa del coordinamento generale della portualità – hanno commentato i deputati del Movimento Cinquestelle l’audizione di Del Rio in Commissione Trasporti – che crea un sistema verticistico che rispecchia quanto sta attuando il Governo Renzi con la riforma costituzionale”.

“La governance proposta nella riforma Delrio –  ha sostenuto l’onorevole 5 Stelle Mirella Liuzzi nel suo intervento in Commissione – istituisce un nuovo pallottoliere di incarichi che non garantisce una gestione più efficiente ma, anzi, crea una catena di comando parallela al magma dei cosiddetti Uffici Territoriali, lasciando irrisolti molti nodi, come il destino dei lavoratori delle Autorità Portuali che saranno modificate in Autorità di Sistema Portuale con questa riforma”.

In sostanza, secondo l’M5S, una riforma che allo stato attuale mostra una serie di criticità. “Chiediamo che, oltre a colmare questi gap – ha precisato la Liuzzi – il ministro Delrio passi al più presto dalle parole ai fatti ed elimini una volta per tutte la piaga del commissariamento dei porti che, con evidenti forzature, è stata attuata fino ad ora”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autorità Portuali: M5S contro incarichi di nomina governativa in rifo...