Autobus e Porti: regole ART per accesso equo e non discriminatorio a infrastrutture

(Teleborsa) – Per facilitare lo sviluppo dei servizi autobus a medio lunga percorrenza, l’Autorità di Regolamentazione dei Trasporti (ART) ha approvato misure regolatorie volte ad assicurare condizioni di accesso equo e non discriminatorio alle autostazioni ubicate nei presso di stazioni ferroviarie, porti, aeroporti e metropolitane, nel rispetto del principio di sussidiarietà e delle competenze degli enti locali.

L’intervento dell’ART è rivolto ai gestori di tali autostazioni ed è finalizzato a stabilire adeguate condizioni di accesso ad esse, a beneficio di tutti i vettori interessati.

Le misure regolatorie disciplinano:
-le modalità di gestione della capacità dell’autostazione (in condizioni normali, di congestione e/o di saturazione);
-le modalità di gestione dei relativi spazi disponibili e dei servizi offerti;
-gli elementi di definizione delle condizioni economiche di accesso all’autostazione, in termini di tariffe e/o canoni per lo sfruttamento delle aree di movimentazione, degli spazi e dei servizi;
-i criteri da adottare al fine di garantire adeguate condizioni di accessibilità fisica dell’autostazione, con particolare riferimento alle esigenze di mobilità delle PMR (Persone a Mobilità Ridotta);
-le condizioni di accessibilità commerciale da porre in essere, assicurando la disponibilità di adeguate biglietterie per la vendita dei titoli di viaggio necessari ad accedere a tutti i servizi di trasporto afferenti all’autostazione;
-le informazioni da rendere disponibili al pubblico e le relative modalità di erogazione.

L’Autorità di Regolazione dei Trasporti, inoltre, ha adottato prime misure di regolazione inerenti le metodologie e i criteri per garantire l’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture portuali.

Il piano anticorruzione dell’ANAC inserisce gli interventi dell’ART in questa materia tra le misure idonee a prevenire il rischio corruttivo in ambito portuale.

Le misure approvate concernono le seguenti tematiche:
-individuazione e destinazione delle aree e banchine portuali;
-affidamento delle concessioni di aree e banchine portuali;
-individuazione delle attività soggette al rilascio di autorizzazioni;
-criteri e modalità per il rilascio delle autorizzazioni;
-determinazione di canoni e tariffe;
-verifica sui meccanismi incentivanti e criteri di contabilità regolatoria.
 
Le misure adottate forniscono alle Autorità di sistema portuale (AdSP) un quadro di riferimento univoco per assicurare l’accesso equo e non discriminatorio alle infrastrutture, il miglioramento dell’efficienza produttiva, anche attraverso l’introduzione di un sistema incentivante per la determinazione dei canoni e la correlazione della durata delle concessioni agli investimenti.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Autobus e Porti: regole ART per accesso equo e non discriminatorio a&n...