Auto, settembre nero per le immatricolazioni in Europa. Giù anche FCA

(Teleborsa) – Settembre nero per il mercato dell’auto in Europa dopo il balzo registrato ad agosto. Secondo gli ultimi dati dell’Associazione europea dei produttori di auto (ACEA), nel mese in esame le immatricolazioni nella UE (EU 28) sono crollate del 23,5% su base annua attestandosi a 1,091 milioni, poco al di sotto di quelle che includono anche l’EFTA, l’Associazione europea del libero scambio (Svizzera, Islanda e Norvegia) che scendono del 23,84% a 1,123 milioni. Nell’ambito della sola Eurozona (EU 15) le vendite sono calate del 23,3% a 1,016 milioni di unità.

La variazione cumulata dei nove otto mesi dell’anno per i 28 Paesi Membri segna un +2,5% (a 11,951 milioni), mentre includendo l’area EFTA si attesta a +2,3%. L’area dell’Euro incrementa le vendite dell’1,6%.

In forte calo il mercato dell’auto tricolore (-25,4%) e della Germania (-30,5%). Meno consistente il decremento in Francia (-12,8%) e in Spagna (-17%). Male anche quello del Regno Unito (-20,5%).

Per quanto concerne i singoli marchi, Fiat Chrysler Automobiles (FCA) registra una discesa del 31,9% nel complesso dell’Unione Europea, con una quota di mercato che si assottiglia al 5,5% dal 6,3% registrato nello stesso mese dell’anno precedente.

Il Gruppo Volkswagen mostra un crollo delle immatricolazioni del 48% con la quota al 15,8% dal 23,2% precedente.

Fra i marchi più popolari in Europa, il Gruppo PSA Peugeot segna un -7,7% con una quota in aumento al 18,2% dal 15,1% del 2017, mentre la connazionale Renault segna un -27,8% con una quota in calo all’8,7% dal 9,1%. Le tedesche Daimler e BMW fanno rispettivamente -11,8% e un -8,6%.

Auto, settembre nero per le immatricolazioni in Europa. Giù anche&nbs...