Auto, 2018 con la retromarcia: vendite in calo del 3,11%

(Teleborsa) – Un 2018 con la retromarcia per l’auto. Numeri alla mano, infatti, la Motorizzazione, in totale, ha immatricolato 1.910.025 autovetture, registrando una flessione del 3,11% rispetto al periodo gennaio-dicembre 2017, quando ne furono immatricolate 1.971.345. Sorride invece dicembre che registra una leggera ripresa: immatricolate 124.078 autovetture, con una variazione di +1,96% rispetto a dicembre del 2017, quando ne furono immatricolate 121.689.

Fca, -10,41% di immatricolazioni nel 2018 – Il gruppo Fca chiude il 2018 con un calo del 10,41% delle immatricolazioni di auto sul mercato italiano. Nell’ambito dei dodici mesi si sono registrate 499.546 vendite contro le 557.607 del periodo gennaio-dicembre 2017. La flessione a dicembre di Fca è stata pari all’1,10%, con un totale di 31.648 consegne rispetto alle 32.001 del dicembre 2017.

Centro studi Promotor: “Interrotta robusta ripresa” – Secondo l’analisi di Gian Primo Quagliano, presidente del Centro studi Promotor, la prima causa della flessione nel bilancio nel 2018 del mercato in Italia è “la frenata dell’economia italiana. Quello automobilistico è il primo dato globale del 2018 sull’economia italiana e non è di buon auspicio. Si è interrotta la robusta ripresa della domanda di autovetture dopo il drastico calo che aveva portato le immatricolazioni nel 2013 al di sotto del 47.7% rispetto al livello ante-crisi”.

La preoccupazione di Anfia – Per Anfia (Associazione nazionale filiera industria automobilistica) il 2019 si apre all’insegna della preoccupazione, per il mercato dell’auto, per una concatenazione di tre fattori: “le ripercussioni negative del bonus-malus, il clima di incertezza economica e un contesto produttivo critico”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Auto, 2018 con la retromarcia: vendite in calo del 3,11%