Australia, la banca centrale tiene i tassi al minimo storico

(Teleborsa) – Ancora un nulla di fatto dalla banca centrale australiana, che mantiene i tassi di interesse al minimo storico del 2%. La Reserve Bank of Australia oggi ha preferito mantenere invariato il costo del denaro, piuttosto che procedere ad un ulteriore taglio per stimolare la fragile economia australiana. 

Il motivo della decisione – ha spiegato il governatore Glenn Stevens – risiede nella scelta di attendere un miglioramento delle condizioni economiche e rivalutare la questione a febbraio, piuttosto che basarsi sui contrastanti dati macroeconomici giunti di recente. 

In effetti, la decisione era ampiamente attesa dagli economisti, dato che Stevens aveva già ventilato la possibilità di mantenere in stand-by la politica monetaria, grazie al calo della disoccupazione ed al recente deprezzamento del dollaro australiano. I dati sul PIL sono attesi per domani, ma stando alla decisione della banca centrale, si nutrono buone aspettative.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Australia, la banca centrale tiene i tassi al minimo storico