Australia, frenano e deludono le vendite al dettaglio

(Teleborsa) – I consumi australiani si confermano deboli, nel mese di settembre, come segnalano i dati sulle vendite che hanno rilevato una frenata contrariamente a quanto previsto dagli analisti. La lettura della statistica suggerisce che i recenti tagli dei tassi di interesse e le riduzioni delle tasse governative non sono stati sufficienti a sostenere la spesa dei consumatori.

Secondo quanto registrato dall’Australian Bureau of Statistic le vendite al dettaglio sono salite appena dello 0,2% rispetto al +0,4% di agosto e stimato dal consensus.

In particolare, le vendite di generi alimentari sono aumentate ad un ritmo più moderato (+0,1% da +0,3%), a fronte di un calo delle vendite di abbigliamento, calzature e accessori (-0,5% da +1,9%) e grandi magazzini (-0,2% da +1,2%). Sempre a settembre, le vendite al dettaglio di articoli per la casa sono risultate stabili dopo l’aumento dello 0,4% di agosto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Australia, frenano e deludono le vendite al dettaglio